“Abbiamo capito che il nostro compito non può esaurirsi nel gestire i RAEE in modo eccellente ed efficiente: l’impegno che Erion WEEE si è assunto nel 2023 è stato quello di informare, educare, aumentare la consapevolezza dei cittadini,
perché solo un cambiamento culturale potrà attuare la transizione all’Economia Circolare di cui il nostro Pianeta ha sempre più bisogno.”
Giorgio Arienti, Direttore Generale di Erion WEEE

Erion WEEE è il Consorzio nazionale dedicato alla gestione dei Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE) nel rispetto dei requisiti in materia di Responsabilità Estesa del Produttore descritti nel D.Lgs. 49/2014 di attuazione della Direttiva Europea 2012/19/UE.

Al 31 dicembre 2022, il Consorzio – che può contare su 1.599 Soci – gestisce la più ampia quota di RAEE a livello nazionale, pari al 67%.

Nel corso del 2023 Erion WEEE ha gestito 232.023 tonnellate di RAEE Domestici, delle quali circa l’88% del totale è stato avviato a riciclo, consentendo il riciclo di materie prime seconde di valore. Il lavoro del Consorzio ha inoltre permesso di evitare l’emissione di 1,5 milioni di tonnellate di CO2 equivalente e di risparmiare 335 milioni di kWh.

Scopri tutti i benefici ambientali.

Iniziative e progetti

Nel 2023 Erion WEEE sì è fatto promotore di una serie di iniziative per il miglioramento della filiera e la sensibilizzazione dei cittadini sui comportamenti virtuosi da adottare con i RAEE.

“DireFareRAEE” è il maxi-programma di comunicazione lanciato da Erion WEEE nel 2022, e che proseguirà anche nel 2024, per sensibilizzare i cittadini italiani sui temi del corretto conferimento e del riciclo dei RAEE. Un investimento di oltre quattro milioni di euro che i Produttori del Consorzio hanno ritenuto necessario per colmare il divario informativo che riguarda soprattutto i più giovani.

GRI Index Bilancio Brochure